Gimondi, una vita Felice

Il Campione

Felice Gimondi era nato a Sedrina (Bergamo) il 29 settembre 1942.
Cresciuto nella U.S. Sedrinese, diventò professionista nel 1965 con la Salvarani, dove restò per 8 stagioni, dal 1965 al 1972. 
Nel 1973 passò alla Bianchi Campagnolo che nel 1978, l’ultima sua stagione da professionista, si trasformò in Bianchi Faema.
Felice ci ha lasciato il 16 agosto 2019, all’età di 76 anni.

La Famiglia

Sposato dal 1968 con Tiziana Bersano (conosciuta durante un ritiro invernale della sua squadra a Diano Marina).
Due figlie, Norma e Federica. Un nipotino, Davide, il figlio di Federica.

159 vittorie

In 14 stagioni di professionismo Felice Gimondi vinse 159 corse.
Il primo successo fu la 3a tappa del Tour 1965, la Roubaix-Rouen. 
L’ultimo, il criterium di Larciano (Chieti), il 13 settembre 1978.
Le sue stagioni d’oro furono il 1966 e il 1973, quando conquistò 17 vittorie.

Tre Giri d’Italia

Gimondi vinse tre Giri d’Italia: 1967 (con 3’36’’ su Balmamion), 1969 (3’35’’ su Michelotto) e 1976
(appena 19’’ sul belga De Muynck) e indossò la maglia rosa per 24 giorni.
Partecipò a 14 Giri d’Italia, 9 volte sul podio!
Arrivò 2° al Giro nel 1970 e 1973, sempre alle spalle di Eddy Merckx.

Un Tour de France

Gimondi vinse il Tour de France del 1965, alla prima partecipazione: a Parigi precedette il francese  Poulidor di 2’40’’.
Disputò poi altre quattro volte il Tour de France, finendo sempre nei primi dieci:
7° nel 1967, 4° nel 1969, 2° nel 1972 (a 10’41’’ da Eddy Merckx) e 6° nel 1975.
Nel 1968 Gimondi vinse la Vuelta.

I Magnifici 7

Felice Gimondi rimane nella storia del ciclismo come uno dei sette grandi ciclisti al mondo capaci di vincere tutti e tre le grandi gare a tappe: Giro d’Italia, Tour de France e Vuelta Espana.  Questo l’elenco dei magnifici sette con specificato l’anno in cui hanno completato l’impresa:
Jacques Anquetil (1963), Felice Gimondi (1968), Eddy Merckx (1973), Bernard Hinault (1980), Alberto Contador (2008), Vincenzo Nibali (2014) e Christopher Froome (2018).

Iridato 1973

Il 2 settembre 1973 Gimondi vinse in Spagna, Barcellona, sul circuito del Montjuich, il Mondiale su strada.
Fu bronzo nel 1970, a Leicester (GBR), dietro Monserè e Mortensen e argento nel 1971 a Mendrisio (SUI), battuto da Eddy Merckx.

Le classiche

Tra i suoi successi in linea più importanti la Parigi-Roubaix 1966, il Lombardia 1966 e 1973, la Milano-Sanremo 1974 e la Parigi-Bruxelles 1966 e 1976. Fu campione Italiano nel 1968 e nel 1972.

La Frase di Felice

“Nella vita puoi essere utile anche arrivando secondo o quinto… Purché tu ce la metta tutta”.